Shalom fratelli! È con grande gioia e aspettativa che diamo inizio alle scuole di insegnamento Progetto Vita 2016

Se dimorate nella mia Parola, siete veramente miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi Giovanni 8:31-32.

Approfondire costantemente lo studio della Bibbia aiuta a coltivare e ad avere una comunione sempre più profonda con Dio. Frequentare una Scuola di Insegnamento è un investimento e un impegno che porta frutti maturi nella tua vita, rendendoti forte e stabile. Ogni insegnamento e ogni insegnante parlerà dal cuore di Dio al tuo cuore per farti crescere e maturare nelle Sue vie, affinché tu possa conoscere la “buona, accettevole e perfetta volontà di Dio” (Rom. 12:2).

Essere istruiti nella Parola di Dio non è un optional, ma è l'insostituibile premessa alla manifestazione della Gloria di Dio nella nostra nazione.

La durata complessiva della scuola è di 10 lezioni. Al termine di questo corso viene rilasciato Un attestato di frequenza e insieme un diploma della Chiesa Progetto Vita. Le lezione della Scuola si tengono sempre domenica mattina.In ogni incontro sono previste 1 lezione di 50 minuti. E’ obbligatoria la frequenza tranne che per motivi validi con giustificazione. Crediamo fermamente che questi studi sono fondamentali per tutti.

Dio è interessato al cuore di ogni uomo! Questa è la motivazione che ci spinge a predicare la Parola di Dio a tempo e fuor di tempo. Non vogliamo insegnare una religione ma portare ogni persona ad avere una relazione personale con Cristo Gesù autore e compitore della nostra fede. La Grazia di Dio, l’amore di Dio e la fede in Cristo Gesù sono i 3 elementi fondamentali che possono cambiare la vita di un uomo. Continueremo a grida con forza che Gesù è il Signore! Che è la via, la verità e la vita.

Tu dunque figlio mio, studiati di presentare te stesso approvato davanti a Dio, operaio che esponga rettamente la Parola della Verità, Soldato che presta servizio nell’esercito di Gesù Cristo, atleta che lotta secondo le regole, agricoltore che lavora duramente ed è il primo a goderne i frutti, vaso ad onore, santificato e utile al servizio del padrone, servo del Signore mite verso tutti, atto ad insegnare e paziente. ( Timoteo cap.2:1,26 ).

 

 

 

 

La preghiera era molto più che una parte della vita di Cristo: Essa infatti era la Sua vita. Qualche volta Gesù trascorse delle note intere in preghiera. Che cos'è esattamente la preghiera? Essa è l'atto più semplice che la creatura di Dio possa fare. Essa è la comunione divina con Il nostro Signore (1Giov. 1:3). Non necessita una istruzione elevata ed è spontanea. Alcuni servitori di Dio hanno scritto : "...la preghiera è il contatto di un anima vivente con Dio", "la preghiera è il sottile nervo che fa muove i muscoli dell'Onnipotente". Possiamo definire la preghiera come un dialogo tra l'uomo e Dio. Pregare è comunione con Dio Creatore e Sovrano del mondo.

 

 

E quando tu preghi, non essere come gli ipocriti, perché essi amano pregare stando in piedi nelle sinagoghe, e agli angoli delle piazze, per essere visti dagli uomini; in verità vi dico che essi hanno già ricevuto il loro premio. Ma tu, quando preghi, entra nella tua cameretta, chiudi la tua porta e prega il Padre tuo nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà pubblicamente Ora, nel pregare, non usate inutili ripetizioni come fanno i pagani perché essi pensano di essere esauditi per il gran numero delle loro parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa le cose di cui avete bisogno prima che gliele chiediate» (Matteo 6:5-8)

 

 

Gesù discorre a fondo e appassionatamente della preghiera perché è parte integrale della vita di un cristiano. Egli rileva gli aspetti positivi e negativi che dobbiamo considerare nella preghiera.

 

Non importa dove preghiamo, ma che preghiamo nella consapevolezza che si tratta di un incontro intimo tra me e Dio. E questo che bisogna tenere sempre presente.

Quando prego, devo ricordarmi, pure nell'ambito di una riunione di preghiera, che mi ritiro dagli uomini per entrare alla presenza di Dio.



Abbiamo bisogno di una fede da bambino. Abbiamo bisogno della certezza che Dio è veramente nostro Padre. Per questa ragione non dobbiamo mai pensare che pregando con inutili ripetizioni otteniamo la benedizione di Dio. La preghiera dovrebbe esprimere piuttosto quanto bramiamo la presenza di Dio e quanto abbiamo bisogno di Lui. Preghiamo perché desideriamo tanto la comunione col nostro Padre celeste. Dovrebbe essere così come lo dichiara il salmista: «Come la cerva desidera i corsi d'acqua, così l'anima mia anela a Te, o Dio. L'anima mia è assetata di Dio, del Dio vivente» (Salmo 42:1-2).

Lo stesso vale naturalmente anche per il Padre, anzi ancora di più! Come un padre amorevole che si rallegra, quando il figlio corre da lui perché si diletta nel suo rapporto filiale, così Dio desidera che noi ricerchiamo sempre la Sua presenza. Paolo ci esorta perciò a «non cessare mai di pregare» (Tessalonicesi 5:17).

Questo però non significa ripetere qualcosa meccanicamente. È sbagliato pensare che Dio ci esaudisca perché ci perdiamo in chiacchiere. No, si intende tutt'altra cosa.

Quando prego, mi rivolgo a Dio che è mio Padre.

Il mio Padre celeste si rallegra quando vengo da Lui ed è più che mai disposto a concedermi infinitamente di più di quel che chiedo o penso. Dio è veramente premuroso nei miei confronti. Non mi deve neanche passar per la mente che Dio non voglia darmi il meglio possibile. Non dobbiamo mai dimenticare che Dio, nostro Padre, ha dato a noi ciò che aveva di più prezioso:«Se Egli non ha risparmiato neppure il proprio Figlio, ma l'ha dato per tutti noi, non ci darà sicuramente ogni cosa insieme con Lui?» (Romani 8:32).

Se aggiungiamo a questa dichiarazione anche la promessa di Gesù «Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà pubblicamente» (verso 6), dovremmo vergognarsi perché spesso viviamo come mendicanti spirituali, nonostante che siamo figli di un Padre così ricco,Dobbiamo anche vergognarsi perché ci lasciamo spesso guidare da pensieri sbagliati e fallaci quando preghiamo.



Leggete, ad esempio, Atti 2:42: "Ed erano perseveranti nell'ascoltare l'insegnamento degli apostoli e nella comunione fraterna, nel rompere il pane e nelle preghiere". Questa è un'immagine molto breve ma suggestiva della chiesa primitiva. Era una chiesa che pregava. Era una chiesa in cui i credenti pregavano, non solo occasionalmente, ma quando tutti "erano perseveranti . . . nelle preghiere". Tutti pregavano, non un gruppo selezionato, ma tutti i membri della chiesa; e tutti pregavano continuamente con perseveranza. "Essi diedero se stessi alla preghiera", come la stessa parola greca è tradotta in Atti 6:4.

Ora volgetevi ad Atti 6:4 e otterrete il resto della risposta: "Noi continueremo a dedicarci alla preghiera e al ministero della Parola". Questa è un'immagine del ministero apostolico: era un ministero di preghiera, e un ministero che "dava continuamente se stesso alla preghiera", o, per tradurre quella parola greca come è tradotta nel passaggio precedente (Atti 2:42): "Erano perseveranti . . . nelle preghiere". Una chiesa che pregava e un ministero di preghiera! Ah, una tale chiesa e un tale ministero può ottenere tutto quello che deve essere raggiunto. Andrà stabilmente avanti, vincendo ogni opposizione, superando ogni ostacolo, conquistando ogni avversario, oggi come era ai tempi degli apostoli.



La preghiera ha oggi la stessa potenza di ieri, quando uomini e donne sono riuniti in preghiera seguendo le condizioni per una preghiera vittoriosa. Dio non è cambiato, e il Suo orecchio ascolta con la stessa rapidità la voce della preghiera autentica, e la Sua mano ha la stessa forza di salvare come in passato. "Ecco, la mano del Signore non è troppo corta per salvare, né il suo orecchio troppo duro per udire; ma le vostre iniquità vi hanno separato dal vostro Dio; i vostri peccati gli hanno fatto nascondere la faccia da voi, per non darvi più ascolto" (Isaia 59:1,2).
La preghiera è la chiave che apre tutti i depositi della grazia e potenza infinita di Dio. Tutto quello che Dio è, e tutto quello che Dio possiede, sono a disposizione del credente. Ma dobbiamo usare la chiave. La preghiera può ottenere tutto quello che Dio può fare, e poiché Dio può fare ogni cosa, lo stesso vale per la preghiera. Nessuno può stare contro chi prega sapendo come pregare e seguendo tutte le condizioni per una preghiera vittoriosa. Il Signore Iddio onnipotente opera da lui e attraverso di lui.



Spero che intanto Dio ci abbia potuto aprire gli occhi per quanto riguarda la preghiera e la Sua persona. Voglio finire con due versi dalla Bibbia: «Sia gloria a Dio che tramite la Sua straordinaria potenza che agisce dentro di noi, può fare infinitamente di più di ciò che noi domandiamo o pensiamo. A Lui sia la gloria nella chiesa e in Gesù Cristo, per tutte le generazioni in ogni tempo. Amen» (Efesini 3:20-21).

Vieni participare insieme a noi!

La preghiera che Dio risponde!!

cultos domenica 10ore!!

tu sei benvenuto!

porta la tua richiesta di preghiera!!

 

tu può scrivere qui! site chiesa!

 

La Cena del Signore è un soggetto di grande importanza; fra gli aspetti che hanno a che fare con la fede e con la vita cristiana è sicuramente, insieme al battesimo.

Quando disse: “Fate questo in memoria di me”, ciò indicava che questa era una cerimonia da dover continuare in futuro.

Il Nuovo Patto prese il suo posto quando Cristo, l’Agnello Pasquale (1 Corinzi 5:7), fu sacrificato (Ebrei 8:8-13).

noi celebriamo la Cena del Signore perché lo amiamo e desideriamo ubbidire a quanto egli ci ha chiesto di fare, per ravvivare il ricordo ed il significato del suo sacrificio per noi.

Atti 2:42 leggiamo: “Ed erano perseveranti nell’ascoltare l’insegnamento degli apostoli, nella comunione fraterna, nel rompere il pane e nelle preghiere”.

la partecipazione alla Santa Cena è un atto di responsabilità individuale, davanti al Signore e davanti alla Chiesa. La Chiesa ha la responsabilità di discernere che coloro che si accostano alla Cena siano tutti credenti in Cristo Gesù, in alleanza , battezzati. Ogni credente, nel momento in cui partecipa alla Cena, non è chiamato soltanto a ricordare e ad annunciare la morte del Signore, ma anche ad esaminare sé stesso (“Ora ciascuno esamini se stesso, e così mangi del pane e beva del calice”, 1Co 11:28). Ogni credente è chiamato a rompere il pane e a bere il vino del calice. La Chiesa è un corpo e in quanto tale deve essere legato in modo perfetto. La Cena del Signore ci ricorda che ogni fratello deve avere comunione con il corpo di Cristo. Salmo 139:23,24: "Esaminami, o Dio, e conosci il mio cuore. Mettimi alla prova e conosci i miei pensieri. Vedi se c'è in me qualche via iniqua e guidami per la via eterna".

decidere oggi di camminare in alleanza con Gesù. rinnovare la tua vita con Dio. prendere decisioni per Gesù, passare attraverso il battesimo. Vieni celebrare insieme a noi ! Grace e Pace!

La grazia mi ha raggiunto.

 

La parola “grazia” usata nella Bibbia è la traduzione della parola greca “charis”, che significa “favore immeritato gratuito”. Nella Bibbia, il suo significato è “benevolenza immeritata da parte di Dio”.

Romani 3:23-26 “Poiché tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono gratuitamente giustificati per la sua grazia, mediante la redenzione che è in Cristo Gesù. Lui ha Dio preordinato per far l’espiazione mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare così la sua giustizia per il perdono dei peccati, che sono stati precedentemente commessi durante il tempo della pazienza di Dio, per manifestare la sua giustizia nel tempo presente, affinché egli sia giusto e giustificatore di colui che ha la fede di Gesù.”

 

La redenzione è IN CRISTO GESÙ, non in quello che voi o io abbiamo ottenuto. Questo è molto importante se vogliamo capire la relazione che abbiamo con Dio. La nostra relazione si basa sulla grazia di Dio e su quello che ha fatto Gesù Cristo, NON sul nostro valore, sulle nostre opere o sui nostri risultati. Siamo giusti davanti a Dio ventiquattro ore al giorno. Il motivo è che questa posizione giusta ci è stata data per grazia. Ci è stata data come conseguenza della benevolenza e dell’amore immeritati che Dio ha per noi.

Per questa grazia infatti siete salvi mediante la fede; e ciò non viene da voi, ma è dono di Dio; né viene dalle opere, perché nessuno possa vantarsene.” (Efesini 2:4-9)

Dio dunque vuole offrirci in dono, per mezzo di Gesù, una salvezza piena. Non la semplice remissione di pene temporali, ma la remissione di pene eterne! Ed è qualcosa che non si può comprare! Non è andando in un certo luogo che si può guadagnare la remissione dei peccati. E’ un qualcosa di completamente gratuito per noi, ottenuto a costo del sangue prezioso di Cristo che è stato versato per liberarci dalla nostra vita di peccato!

Una sola è la porta da attraversare per ottenere la misericordia e la grazia di Dio, ed è Gesù stesso a rivelarcela: “Io sono la porta: se uno entra attraverso di me, sarà salvo; entrerà e uscirà e troverà pascolo. ” (Giovanni 10:9). È dunque Gesù Cristo stesso l’unica porta di salvezza. Altre porte non servono!

 

Se credi nel Signore Gesù, se ti penti sinceramente dei tuoi peccati e li confessi a Lui, Egli avrà misericordia di te, e riceverai da Lui per grazia un perdono totale e completo e la salvezza eterna.

 

Sei entrato per la Porta? Vuoi saperne di più?

Contattaci nostro telefono pace:

chiamare: 392 813 6752 / 334 243 2740. ( richiesta di preghiera. )

 

Vieni participare nuova campagna Comunità Progetto Vita Milano!

La grazia mi ha raggiunto!!

Venite à trovarci! mesi di maggio e giugno!

Culto domenica 10 ore!!

Sarà un tempo specialle alla presenza del nostro Dio!

le aspettative! non si può perdere!

Portare un ospite! Insieme Siamo Migliori!

Che venga il suo Regno nelle nostre vite!

"E che dire di me in presenza di molti testimoni sentito, affidare a uomini fedeli che saranno in grado di insegnare agli altri anche" (II Timoteo 2,2)

 

Il nostro scopo principale, come la Chiesa è quello di soddisfare il piano di Dio iniziato da Gesù di fare discepoli! Gesù ha fatto non solo discepoli, ma ci ha mandato a fare lo stesso, "Andate dunque e fate in modo che tutti i popoli della terra diventano discepoli" (Matteo 28:19).

 

Come può questo diventare realtà nella nostra chiesa? Ogni membro deve prima prendere la decisione di essere un discepolo di Gesù. Poi ogni studente deve fare un altro discepolo di Gesù. Rendere questo sogno una realtà è possibile solo in funzione della Spirito Santo nella vita della Chiesa.

 

Quello che cerchiamo nel corso dell'anno 2016:

 

Risveglio spirituale: Noi crediamo che ogni membro di Itatiaia crescere in modo soprannaturale nella loro vita spirituale. Già abbiamo sperimentato un po 'di questa atmosfera durante i 31 giorni di preghiera tenutosi nel mese di gennaio.

 

Invece di membri viziati, saremo discepoli maturi. Invece di programmi per i consumatori, saremo umili servitori. Invece di clienti esigenti, saremo portati a onorare i loro capi. Invece di vite sterili, saremo fruttuoso.

 

Nel 2016 ci aspettiamo una ripresa senza precedenti. Dio farà saltare con il suo Spirito, e daremo noi stessi senza riserve attraverso un forte movimento di preghiera, il digiuno, nel profondo della parola, la santità e l'intimità.

 

Moltiplicazione delle cellule: La nostra chiesa è sempre cresciuta di numero, tenuto battesimi e cellule moltiplicate. Tuttavia, riteniamo che se abbracciamo la Discepolato of the Year come un'opportunità per Dio, sperimenteremo un momento di grande raccolto di anime.

 

C'è una promessa per noi quest'anno, "E questo sarà il segno: quest'anno si mangerà quello spontaneo nato, e nel secondo anno, che poi procedere; e nel terzo anno scrofa e raccogliere, e pianteranno vigne e ne mangeranno il frutto ". (Isaia 37,30) Siamo al terzo anno di questa promessa!

 

Ogni membro, uno studente / discepolo: Itatiaia ogni membro è sfidato a provare la via del discepolato. Il nostro sogno è di vedere tutte le pecore essere e avere un discepolo, e che il lavoro discepolato, in pratica, con un incontro settimanale di educazione e motivazione.

 

Da quest'anno non sarà più un membro della Chiesa di essere un discepolo della chiesa!

 

Benvenuti al resto della tua vita!

 

 

 

Siamo una Chiesa cristiana

 

Noi siamo parte di una grande famiglia che crede in Gesù Cristo come il Figlio di Dio che si è fatto uomo, subendo la punizione e espiare la colpa dei nostri peccati morendo sulla croce, ma ha sollevato il terzo giorno. Egli è salito al cielo e ritornerà visibilmente in questo mondo per giudicare gli uomini e di portare a termine la sua opera redentrice.

 

 

Siamo una Chiesa Evangelica

 

Insieme con gli altri cristiani formano una famiglia il cui fondamento della fede è, prima di tutto, il Nuovo Testanento. Noi crediamo nei principi della Riforma che riconosce l'autorità solo nella Bibbia (Sola Deed), salvezza per sola grazia (Sola Gratia), mediante la fede (sola fide) da solo di Cristo (Solus Chistus) e che solo Dio dovrebbe essere data tutta la gloria (Soli Deo gloria).

 

 

 

Siamo una chiesa in celle

 

Noi crediamo che l'ecclesiologia del Nuovo Testamento, ogni casa è una chiesa e ogni credente è un ministro. Abbiamo raccolto settimanale di servizi festa e anche nelle case, con l'obiettivo di condividere la parola di Dio, la comunione, costruire, servire e ci si moltiplicano in nuove cellule, che porta sempre più persone ad accettare Cristo come Salvatore.

 

 

in Credenze

 

Dio

 

Noi crediamo in Dio come creatore di tutte le cose e di come il Padre celeste che si fa chiamare tutti gli uomini. Dio è perfettamente buono spirito personale nel santo amore crea e dirige tutte le cose. Dio è eterno (Salmo 90: 2, Isaia 57:15), onnipresente (Salmo 139: 7-10, Geremia 23: 23-24), onnisciente (Isaia 48:12, Mt 25,34; Gv 17,24; Ef 1: 4; I Pietro 1:20; Apocalisse 13: 8) e sovrana (Marco 12: 29-31).

 

 

Cristo

 

Noi crediamo in Cristo, l'unica speranza. Gesù Cristo è il Figlio di Dio e siamo convinti che non vi è altro nome all'infuori di Lui quale dobbiamo essere salvati (At 4,12). Noi crediamo nella vittoria finale del Signore risorto (Mt 25,31; Cor 15: 24-25; II Pietro 3:13; Apocalisse 11:15).

 

 

Lo spirito santo

 

Noi crediamo nello Spirito Santo, come sempre presente guida, che fornisce la conoscenza della volontà di Dio e il potere di seguire Cristo nella vita quotidiana. Il credente è battezzato dallo Spirito Santo nella conversione dell'atto (Atti 19: 1).

 

 

Bibbia

 

Noi crediamo nella Bibbia come l'unica regola di fede e pratica accettare nessun dogma o credo. La Bibbia è la parola ispirata di Dio (Eb 1: 1-2; II Pietro 1:21).

 

 

chiesa

 

Noi crediamo nella Chiesa come comunità di salvati, rigenerato e battezzato. Entrata in chiesa è attraverso il battesimo. Ogni chiesa è autonomo e sovrano, come nelle loro decisioni.

 

 

la nostra visione

 

La chiesa vogliamo essere:

 

Vogliamo essere una chiesa dove nessuno si sente solo, ognuno di noi ha una famiglia;

Vogliamo essere una piccola chiesa sufficiente che vi sia comunione profonda e grande abbastanza per ospitare l'intera comunità;

Vogliamo essere una Chiesa dove tutti si unisce ad un altro in una partnership di comunione, di preghiera, discepolato e sostegno reciproco;

Vogliamo essere una Chiesa dove ognuno è sfidato e supportato per la comunione quotidiana con Dio attraverso la Bibbia e la preghiera;

Vogliamo essere una chiesa dove ogni membro si sente responsabile per portare Cristo alla gente della loro relazione e si propone di aiutarli a crescere nella fede;

Vogliamo essere una chiesa dove ogni persona è un ministro che serve l'un l'altro e la comunità, utilizzando i doni spirituali, prendendo Cristo come modello;

Vogliamo essere una chiesa in cui ogni persona partecipa alla celebrazione congiunta settimanale e si incontrano regolarmente in piccoli gruppi nelle case;

Vogliamo essere una chiesa dove ogni persona mantiene un atteggiamento di assoluta fedeltà a Cristo, vivente nella Sua Presenza, sperimentando il suo potere e soddisfare il suo scopo;

Vogliamo essere una chiesa dove ogni persona coltivare un atteggiamento di trasparenza, semplicità, il perdono e l'accettazione in un accordo con l'altro;

Vogliamo essere una chiesa rigorose di quelle principi fondamentali della fede cristiana, ma molto flessibili nei metodi e mezzi utilizzati per raggiungere il suo scopo.

 

 

"Non indolente nel mondo degli affari; ferventi nello spirito, servite il Signore. " (Romani 12,11) Pace a tutti! Riceviamo la stagione di cura!

Vivremo questa stagione nella nostra vita e nella nostra chiesa.

Nella stazione di cura, la priorità è quella di consolidare e sequela di coloro che sono stati evangelizzati e salvato durante la stazione di coltivazione.

E 'tempo alla cura e sviluppare i semi che Dio ha portato avanti credendo che "i suoi germogli crescono. Il suo splendore sarà come i cedri del Libano. "(Osea 14,6).

La chiesa sarà focalizzata sulla nuova cura e nuovi convertiti generati da sforzi di sensibilizzazione, come le case di Pace.

Le cellule saranno investire in persona discepolato a persona. la partecipazione di tutti i discepoli della chiesa, l'integrazione dei nuovi credenti nella vita della chiesa, partecipazione alla riunione, alleanza e battezzare nuovi fratelli nella fede.

Guarda la stagione è anche la stagione del servizio.

Noi non dimentichiamo i fratelli sono già integrati nella chiesa.

Ogni membro deve ricordare che è un ministro, un servo.

Siamo chiamati a servire certi che il servizio cristiano è la più grande espressione di amore per il prossimo. Ogni cella sarà stimolata a prendersi cura.

Non permettere a nessuno? Resta con difficoltà.

Non trattenere tutto ciò che lo Spirito Santo vi convincere da offrire agli altri. "Ne abbiamo l'occasione, operiamo il bene di tutte le persone, in particolare i fratelli di fede, i partecipanti questo nella Chiesa progetto vita domenicas" (Galati 6:10). Dio vuole soddisfare le nostre esigenze attraverso le persone che ci circondano.

E 'anche il momento di prendersi cura dei nostri leader!

Per la nostra Chiesa a compiere la sua missione, una leadership impegnata con la visione di Dio è necessario.

Tutti hanno bisogno di sostegno ai dirigenti della Chiesa.

supporto preghiera, per sostenere, in cooperazione con le attività.

Questo supporto è estremamente importante per i nostri leader a svolgere il loro compito "con gioia e non con dolore, perché non sarebbe utile a voi" (Ebrei 13:17).

Perché essere discepoli ,membro della chiesa Comunità Evangellica Progetto Vita? dice la Parola di Dio in Efesini 2:19 "Così non siete più stranieri né ospiti, ..." Non qui ci sono estranei nella Chiesa. Dal momento che siamo nella Chiesa, noi siamo estranei non più. Dal momento che siamo nella Chiesa, noi siamo estranei non più. Non siamo qui persi. Ora abbiamo il porto sicuro, siamo già nella chiesa. E dice che la Parola del Signore "... ma concittadini con i santi e membri della famiglia di Dio," siamo uguali concittadini dei santi. Così la Chiesa è composto da persone sante.

Il cristiano deve aver commesso vita a Dio, ma per diventare membro della Chiesa ha commesso la sua vita con i suoi fratelli nella fede, perché noi abbiamo istituito un corpo.

Essere un membro di una chiesa vuol dire che sei d'accordo con l'insegnamento, con fede e principi.

Il membro deve difendere ciò che la loro chiesa crede, in modo che la tua chiesa non si vergogna delle sue azioni.

Il membro porta testimonianza di fede cristiana e della vita, la cooperazione, anche finanziaria, per realizzare gli scopi della Chiesa, parte di scuole, attività, cellulas, case di pace, culto della chiesa e funzioni religiose.

Il membro della Chiesa deve partecipare alle attività della Chiesa,

Ognuno di essi è un membro di questo corpo. E poi ho commesso a Gesù, ma non posso essere solo l'impegno a Gesù. Devo avere un impegno per voi, e voi con me. Poi divento il membro della Chiesa da parte mia decisione spontanea, perché voglio avere un impegno a Gesù e ai miei fratelli.

Siamo stati tutti salvati da Gesù, e tutti abbiamo l'idea che la salvezza era per grazia: "per grazia che siete stati salvati, mediante la fede, e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. " La nostra salvezza, quando ti guardo e tu a me, ci vediamo come persona salvata. E a meno che non è solo la persona che è venuto dalle grinfie di Satana. E 'uno che ha un nuovo modo di parlare, un nuovo modo di agire, un comportamento diverso, uno standard di vita diverso, un diverso atteggiamento di vita ... è noto subito che viene salvato dal frutto dello Spirito. Questo è il primo aspetto, poi, che cosa ha fatto i membri della Chiesa Progetto Vita.

LA PRESENTAZIONE DI BAMBINI AL SIGNORE Gesù:

La presentazione di un bambino al Signore è un atto di gratitudine. "Tutto viene da voi e ciò che è tuo per dare" (ICro.29.14).

Gesù era quaranta giorni di vita, è stato portato al tempio da Giuseppe e Maria (Luca 2: 22-24). per essere consacrato al Signore e ha insegnato la Legge di Mosè (Esodo 13: 2,13). Non è il battesimo in acqua, ma una presentazione di figli a Dio un ringraziamento e di fede, una richiesta di benedizione divina. Pregare più ricche benedizioni di Dio per questo piccolo essere, diventa sostenuto, aiutato e lo protetto.

Chiediamo a Dio la saggezza e discernimento per i genitori, in modo che sappiano educare, in avanti e guidare il bambino nel migliore dei modi, per diventare qualcuno bene e vivere con onore e con dignità di essere completamente felice. Per il bambino, questo atto non ha alcun significato, perché non sa cosa sta succedendo! Ha un grande significato e di grande responsabilità di genitori cristiani! Perché? Per questi, nell'atto di consacrazione dei suoi figli impegnarsi pubblicamente se stessi e di fronte a Dio, che farà del suo meglio per educare il bambino nelle vie del Signore. Il nostro desiderio è che i genitori ricordano di consacrare i propri figli a Dio. vogliamo che le benedizioni abbondantemente caduta su genitori e figli. I bambini sono un dono del Signore ai genitori. I genitori hanno il privilegio di essere in grado di prendersi cura dei bambini. In realtà i bambini non appartengono ai genitori, ma a Dio: "Ecco, i bambini sono un patrimonio dal Signore, e il frutto del grembo è un premio." (Sal. 127,3). Domenica 10ore! Aperto à tutti le famiglie cristiane e non cristiane! Evangelizzacione della chiesa a tutti le famiglie!

digiuno.

rimuovere il gusto amaro di bocca . guardando le parole . il mio calice trabocca !

gratitudine. La grazia mi ha raggiunto .

Salmi 116: 13 - Io prenderò il calice della salvezza e invocherò il nome del Signore .

La vostra coppa traboccherà Salmo 23: 5 .

Salmo 139:23,24: "Esaminami, o Dio, e conosci il mio cuore. Mettimi alla prova e conosci i miei pensieri. Vedi se c'è in me qualche via iniqua e guidami per la via eterna".

maggio - digiuno tutta la chiesa - la grazia mi ha raggiunto. 08 maggio a 01 giugno ( mercoledi ).

La salvezza qui è un ambiente che si entra e abita.

Dio vuole prendere il sapore amaro ( fiele) della bocca e vi darà il sapore della liberazione

Dio vuole cambiare il sapore della bocca, dare il gusto della gioia, il piacere della vita. un'esperienza che vi sosterrà nel giorno malvagio. un gusto che oscurare il sapore amaro di fiele.

L’organismo in sé può avere dei problemi, ma è vivo! Unità nella diversità.

L’unità del corpo poi si manifesta nell’onore. Se un membro è onorato, se un fratello gioisce, tutto il corpo darà gloria a Dio e gioisce insieme a lui!

investi la tua vita seminando del bene nella vita del tuo prossimo, quello che avrai seminato quello raccoglierai !

IL BATTESIMO NELLE ACQUE

... "Battezzandovi nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo". Matteo 28:19

Come la santa cena, il battesimo nelle acque è un comandamento del Signore Gesù ed ha anche lui un carattere profetico, utilizzando elementi fisici per parlare di realtà spirituali. La sua effettuazione dentro del contesto cristiano si deve ad una obbedienza ai comandamenti di Gesù espressinei momenti finali della sua convivenza con i discepoli. La parola battesimo in origine greco significa immersione , immergersi, essere avvolti dall'acqua. Da questo concludiamo che la miglior forma per esprimere il segnale profetico è immergersi completamente il peccatore pentito nelle acque per esprimere nel fisico le realtà spirituali che si compiono nella sua vita.

RISPONDENDO AL BATTESIMO NELLE ACQUE 1° Passo : Il battesimo di pentimento proclamato da Giavanni Battista Mentre Giovanni appare nel scenario biblico, proclamando un messaggio dipentimento, veniva manisfestato anche un segnale pubblico di una decisione a tutti quelli che si avvicinavano a lui confessando i loro peccati e cercando un'identificazione gradevole con i valori del regno di Dio (Matteo 3:1-2 ; 5-6)

La scelta per il regno di Dio produrrà: - Pentimento - Confessione dei Peccati - Decisione pubblica di cambiamento di vita

Il battesimo nelle acque realizzato per Giovanni Battista nel fiume Giordano aveva queste caratteristiche . Il suo discorso era un invito diretto a tutti coloro che lo ascoltavano affinché lasciassero le loro pratiche peccaminose e pentiti pubblicassero le loro decisioni attraverso il battesimo peil perdonono dei peccati.

L' esempio di Gesù per il compimento della giustizia di Dio: In mezzo alla moltitudine che andava da Giovanni per essere battezzata da lui, è apparso Gesù, affinché anche lui fosse battezzato. (Matteo 3:13-17). L'espressione sorpresa di Giovanni a causa dell'attitudine di Gesù indica ciò che viene scritto in Ebrei 4:15 "In tutto è stato tentato , ma non ha peccato". Il battesimo di Giovanni era per il pentimento e come poteva essere battezzato qualcuno senza aver peccato? A questa domanda, Gesù rispose: "Conviene compiere tutta la giustizia". Nel suo battesimo ,Gesù si poteva soltanto come modello di un cammino che bisogna percorrere da tutti coloro che desiderano ricevere da Dio la stessa testimonianza che è stato ascoltato in quell'occasione: "Questo è il mio figlio amato, nel quale mi compiaccio". Il suo esempio non lascia alternative a chi, vuole compia ere a Dio e compiere la Sua giustizi.

IL BATTESIMO È UN ORDINAMENTO CHE CONDUCE ALLA NUOVA ALLEANZA Dopo la sua morte resurrezione , Gesù riunisce i suoi discepoli e quando gli presenta le loro responsabilità di annunciare il vamgelo a tutti gli uomini, gli presenta il battesimo come segno di alleanza e da quel momento saranno chiamati Discepoli. (Matteo 28:19).

Nessuno può essere considerato discepolo se non c'è tra lui e Gesù un segnale che confermi la decisione del suo cuore. Essere battezzato dentro la dottrina che Gesù presenta ai suoi discepoli va al di là di un compimento di un obbligo religioso, è un espressione pubblica di un identificazione intima tra il Signore e Maestro e colui che vuole seguirlo per imparare a vivere secondo gli insegnamenti del Padre.

UN SEGNALE PROFETICO DI IDENTIFICAZIONE DELL'OPERA DELMESSIA:

Allo scrivere la lettera alla chiesa di Roma, l'apostolo Paolo ha specificato alcuni concetti, con significati specifici del battesimo nelle acque (Romani 6:3-10). Come segnale profetico, il battesimo ci fa pubblicare verità spirituali che gli occhi non raggiungono ma che nello spirituale succedono in forma reale. Il battesimo pubblica la nostra identificazione con la morte di Gesù , che è la morte per il peccato e tutte le sue implicazioni, liberandoci da una tirannia oppressiva che ci porta al cammino sgradevole al Padre. Il battesimo rappresenta , prima la morte e la sepoltua di Gesù e poi la sua ressurrezione. È l'esperienza di una conversione .

REQUISITI AFFINCHÈ QUALCUNO SIA BATTEZZATO 1. IL PENTIMENTO: SHUBH, Nel antico testamento , significa girarsi o tornare indietro dal peccato per girarsi verso Dio. Girarsi verso Dio con tutto il cuore , anima e forza. (2Cronache 6:26 ; 7:14 ; 15:4 ; Osea 14:1,2 ; Gioele 2:13 ; Zaccaria 1:3,4 ; Malachia 3:7) Nel nuovo testamento i termini pentirsi (metanoeo) e pentimento (metanoia) si riferiscono ad un cambiamento di mentalità. Il pentimento consiste in una radicale trasformazione nei pensieri , attitudini e direzione. (Luca 1:16 ; Atti 9:35, 11:21; 14:15; 1 Tessalonicesi 1:09 ; 1 Pietro 2: 25). Il pentimento genuino avviene attraverso l'azione dello Spirito Santo nella vita di una persona e di conseguenza la rottura con il peccato , che sono tuttigli errori, iniquità, trasgressione ed ingiutizia. Tutto quello che fa si che qualcuno disobbedisca a Dio. Tutta l'opera della carne , Galati 5:16-21

2. La Fede: è l'attitudine attraverso la quale l'uomo abbandona tutta la fiducia delle sue forze per ottenere la salvezza, che siano opere di pietà, bontà, qualsiasi altro sforzo. È l'attitudine di completa fiducia in Cristo, di dipendenza totale a Lui. Atti 16:30 dice "..... Credi nel Signore Gesù e sarai salvato".

Il pentimento e la fede sono i requesiti affinché qualcuno sia battezzato, testimoniando così la novità di vita, lasciando le pratiche del mondo e vivendo un nuovo tempo di Dio.

PREGHIERA: Padre Caro,nel nome di Gesù , io consegno tutto me stesso , intelletto, anima e corpo al totale controllo dello Spirito Santo , e confesso pubblicamente che il Signore Gesù Cristo è l'unico e sufficiente salvatore della mia vita. Preparami per questo passo così importante , che è il battesimo. Così come Gesù, voglio essere il figlio amato di Dio per sempre ed eternamente. Nel nome di Gesù, Amen.

culto celebrazione di pentecoste. 
evento decisivo per la storia della fede cristiana: la discesa dello Spirito Santo nel Cenacolo.

il significato della Pentecoste per gli Ebrei è stato quello di celebrare giorno in cui sul Monte Sinai, Dio diede a Mosè le tavole della Legge.

“festa della mietitura” e “festa dei primi frutti”. Si festeggiava il 50° giorno dopo la Pasqua ebraica e segnava l’inizio della mietitura del grano.

“cinquantesimo giorno”, e fa riferimento ai cinquanta giorni successivi alla Pasqua ebraica.

“Mentre stava per compiersi il giorno di Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all’improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo e riempì tutta la casa dove si trovavano.

Gloria a Dio!! aspettiamo tutti fratelli!
sarà soprenaturale! aspettative!
digiuno! devi pregare! prega! crede! fede!
pastore Marcio.

Trionfo - Vincere senza perdere Nulla - Colossesi 2:14-15, possiamo fare riferenza di questo testo in merito alla Pasqua, perché ci mostra cosa è accaduto mentre Gesù era morto, però portato all'inferno. Ma nessuna catena può trattenerlo perché non vi erano legalità, peccato per accusarlo, per questo Lui ha pagato il debito , ha cancellato ogni debito, cosi Lui ha vinto e Trionfato,la vittoria ci mette su un podio , però a volte, con perdite nel percorso, ma il trionfo significa che la condizione in cui io sono dopo la battaglia, è molto meglio di quella prima della battaglia, trionfare e vincere senza perdere nulla , anzi, è essere portato ad uno status maggiore dopo la Battaglia. Vedi che Gesù ha svergognato i principati e le potestà, ha preso le chiavi dell'inferno, ha pagato i nostri debiti, ed è risorto! Quello che sarebbe stato vergogna ,  è diventato Trionfo! Dichiaro il trionfo di Dio sulla tua vita, vincere senza perdere nulla. La Croce è il nostro rifugio - Associarsi a Cristo è associarsi alla Croce - Questo sia per il sacrificio che per il trionfo - Sulla croce Gesù ha vinto tutte le autorità demoniache, ha vinto tutti i principati e potestà, ha levato loro ogni potere. Il nemico è sotto ai Suoi piedi - Efesini 1:21-22, Salmi 110:1 ; Giosue 10:24. La croce è il posto dove è iniziata con la nostra vergogna ma è finita con il nostro trionfo!

Luce -

Salmi 37:6 - farà brillare come luce la tua giustizia, il tuo diritto come il mezzogiorno.

Quello che tu non capisci oggi , visto nel piano futuro diventa più chiaro. Cosi come nasce il sole e viene in direzione al centro della Terra notificando il mezzogiorno, cosi la liberazione di Dio è determinata come il nascere del sole di tutti i giorni, Lui sta venendo nella tua direzione, per questo capiamo il consiglio del Salmista sull'aspettare. Guarda dove sei nei piani di Dio e sappi che nel momento giusto Lui farà brillare un faro un direzione alla tua risposta come Luce del mezzogiorno. Non permettere mai che i tuoi oggi determinino ciò che il tuo cuore crede. Confida nel Signore e fai il bene - Confida facendo, confida realizzando, confida aspettando, confida seduto nel tuo posto, confida con aspettative, confida facendo ciò per cui Dio ti ha chiamato. Se non fai niente, nulla succederà. Abita la Terra - Terra che Dio ti ha dato, ossia, mentre aspetti, vivi la tua promessa, vivi ciò che il Signore ti ha Già dato. La metafora qui è come se tu fossi un passeggero che è seduto sulla sua poltrona e che l'aeronave sta volando e anche se sei fermo, non significa che non stai andando in direzione alla tua destinazione. Per questo qui il consiglio è, allaccia la cintura e goditi il viaggio, anche nella tempesta e nelle turbolenze, la miglior cosa è mantenersi nel proprio posto. C'è un tempo fissato da Dio - Quando riceviamo una visione del futuro non siamo fermi per essa, perché si rivela man mano che io mi preparo, per questo non abbiamo tutta la sua dimensione , e ciò che ci resta è confidare in questo punto di vista cieco della visione, realizzandola a partire da ciò che ho. Il di piu Lui farà - Fará significa produrre, attendere, effettuare - Fará uscire la giustizia come Luce - Fará il tuo diritto come il Sole di Mezzogiorno - C'è un ora stabilita affinché  la giustizia di Dio  si realizzi nella tua vita. Il testo dice che la Luce si accenderà su quello che il Signore ha già stabilito nella tua vita. Dobbiamo solo seguire il consiglio del Salmista, smettere di guardare ciò che ci paralizza e guardare quello che ci fa avanzare. Mezzogiorno - ora della Liberazione

Liberazione - l'essenza della Pasqua é nella Liberazione del popolo d'Israele dal giogo della schiavitù dell'Egitto,una notte in cui nessuno ha dormito, perché finché c'era celebrazione tra gli Israeliti per la liberazione dall'angelo della morte e l'uscita verso la promessa, cosi, tra gli egizi c'era lutto per la morte dei primogeniti, in Cristo incontriamo la nostra Pasqua, perché come l'agnello toglie tutto il peccato dal mondo, siamo stati liberati dall'impero delle tenebre rappresentato dall'Egitto, passiamo attraverso il battesimo rappresentato dal Mar rosso ed entreremo nella Canaan Celestiale, rappresentato dalla Terra Promessa. L'origine di questa festa è contenuta nella liberazione del popolo d'Israele dell'Egitto, Esodo 23:14 / Deuteronomio 16:16. La festa di pasqua è chiamata anche di Chag há-Matzot (festa del pane azzimo). Il nome pessach viene di un verbo, cui significa zoppicare o saltare, che può essere stato usato per descrivere i primi passi vacillanti di una pecora appena nata. La festa del pane azzimo, dall'altra parte, era una festività agricola, celebrando la prima raccolta , che iniziava in Primavera. Esodo 13:14. Esodo 12:13,15,19,20,39 - il Pane azzimo, rappresentava la fuga dall'Egitto. Il significato profetico della Pasqua per noi è la fretta che abbiamo nel realizzare i sogni di Dio, fretta di lasciare il peccato, per cercare la santità. È una festa che dura 7 giorni essendo il primo e l'ultimo giorno Iom tov o giorno santo. È necessario che le persone con la propria immaginazione possano rivivere tutto quel momento. In ogni generazione l'individuo deve considerare che lui, personalmente, esce dall'Egitto. È necessario rivivere di tempo in tempo la liberazione dall'Egitto

Hosanna - Marco 11:9 - Questo fatto accade 5 giorni prima della pasqua, come possiamo capire meglio dalla prospettiva di Giovanni 12, però incontrando la stessa storia negli altri vangeli, osserviamo i dettagli di questa celebrazione. Cosa rappresenta a noi quest'entrata trionfale? Cosa possono provocare questi 5 giorni prima della Pasqua nella nostra vita? Fino ad oggi le persone si ricordano questo giorno portando dei ramoscelli nelle mani, però il fatto è che quando hanno gridato Hosanna che vuol dire SOCCORRIMI, cinque giorni dopo è arrivata la risposta di Cristo che si è consegnato sulla croce del calvario , per questo la Pasqua apre un portale per la tua liberazione, noi dichiareremo ad ognuno di questi 5 giorni una Verità a rispetto alla Pasqua - Hosanna, Liberazione, Luce, Trionfo , Croce. Entra in questa campagna e vieni a celebrare la Pasqua del Signore e porta tutta la tua famiglia per ricevere la rottura di tutto il giogo. Gesù prepara questo giorno come una entrata trionfale che ha avuto eco politico,sociale,celestiale e terrena, vedi che Lui è adorato da principi e plebei , però coloro che identificavano la sua posizione messianica, erano uomini come il cieco Bartolomeo (Marco 10:52) dicono che lo portarono verso la carovana dell'adorazione, come Lazzaro risorto, come Maddalena l'ex indemoniata e molti altri che componevano questa marcia che sono frutti del nostro ministero. Una cosa che oggi ci mette nella posizione di onore sono proprio i frutti del nostro ministero. Molti estendevano le proprie vesti nel cammino, questo era una gesto che veniva fatto quando un Re veniva intronizzato - 2 Re 9:13. Altri, mettevano rami che incontravano per strada, altri andavano davanti a Lui, altri venivano dopo. Avendo osservato tutto, Lui ispeziona tutto, come colui che prende possesso, Matteo 21:9-12 - una generazione che Clama Hosanna dicendo , vieni ed entra nella mia realtà, significa - SOCCORRIMI -  Per gridare Hosanna dovrai affrontare i religiosi. Nessuno griderà Hosanna se non vince le sue guerre personali. La prima cosa che Gesù fece dopo che gridarono Hosanna, è stato pulire il tempio. Vedi che Lui ha liberato tutto ciò che era incatenato, perché lui ha cacciato gli scambisti e ha liberato gli animali che erano Legati 

 

Da oggi Siamo sbarcati anche su Instagram!!! Cosa stai pettando?? Vieni e accompagna ogni nostra attivita'! Insieme siamo Migliori!!